La battaglia del PD nei confronti del M5S

1

Oltre a rubare i contenuti e le proposte politiche del MoVimento 5 stelle, il Pd del Friuli Venezia Giulia, nella speranza di racimolare qualche voto in più, ha deciso di filmare gli interventi del candidato portavoce alla presidenza della regione Saverio Galluccio per immortalare ogni suo errore o imprecisione. Così oggi sulla pagina Facebook del Pd è comparso un video nel quale Galluccio ammette di non conoscere una risposta.

“Durante un confronto pubblico – si legge su Facebook – , il moderatore chiede a Galluccio cosa pensa di fare per gestire la cronicità nel caso di diminuzione dei posti letto negli ospedali. Lui balbetta, poi dice di non saper rispondere perché “non ha avuto le domande” e “non ha avuto modo di approfondire le domande”. Possiamo permetterci questa approssimazione alla guida della Regione?”, si chiede infine l’autore del post.
Durante il dibattito Saverio Galluccio – che di professione si occupa di case ecologiche – ha sottolineato candidamente di non essere un tecnico del settore (frase riportata tra l’altro anche nel video) e di voler proporre un modello decisionale partecipativo, in particolare, nelle tematiche che toccano da vicino i cittadini del Friuli Venezia Giulia. Non è, insomma, il solito politico che ha la risposta pronta ad ogni domanda. Questo per i partiti e i loro hooligans prezzolati è uno scandalo insopportabile. Già, i collaboratori della “professorina” Debora Serracchiani sono impeccabili. preparatissimi ed efficientissimi.
 
Peccato che fanno campagna elettorale con i denari pubblici dell’Unione Europea. Cioè di tutti noi. Chi ha ripreso il video dello scandalo e chi scrive i comunicati stampa per la candidata del Pd del Friuli Venezia Giulia sono, infatti, assistenti della Serracchiani presso il Parlamento europeo. Non ci credete? Date un’occhiata a questo link http://www.europarl.europa.eu/meps/it/assistants.html?searchType=M&assistantName=serracchiani
L’eurodeputato Serracchiani – che non si mai dimessa dalla sua carica -, a Bruxelles, ha ben 6 assistenti. Due di questi però sono in missione “segreta” in Friuli Venezia Giulia.

Firmato: M5S FVG

1 commento

  1. La cosa non mi meraviglia affatto! “Loro” hanno un’esperienza lunghissima nel (non) dire e (non) fare, per prolungare la (nostra) agonia… A livello nazionale e, di conseguenza (perché no), nelle realtà più piccole, quindi anche nelle Regioni…
    Io vi scrivo da cittadina “normale”, sono iscritta qui ed ho votato M5S. Sento un enorme peso per questo mio voto e questo mi ha portato ad elevare il livello di guardia al massimo!
    Ma adesso, dovendomi recare nuovamente alle urne per le Regionali, un giretto sulle liste (tutte) me lo sono fatto!
    Non conosco le realtà dei candidati del M5S, se non per quel poco che so avendo frequentato alcuni MeetUp con la presenza di alcuni di loro, ma è normalissimo proprio perché si presentano per la prima volta e, quindi, non posso dare giudizi senza aver prima “testato su strada” queli che (speriamo) verranno eletti!
    Invece, per quanto riguarda altre liste, la cosa cambia!
    Al di là del fatto che possa avere stima in una o in un’altra persona (appartenente a questo o quel partito), che possa conoscerla (anche non per motivi politici), ecc… è l’insieme che mi fa riflettere!
    Ho visto nomi di candidati di “pensieri” opposti, nella stessa lista! Una volta X diceva “mai con Y” ed ora concorrono insieme! Ma non un solo caso, diversi casi!!!
    Ecco, a questo punto mi sento solo di aggiungere: preferisco un “salto nel buio” che “idee confuse”!
    Quindi, gli attacchi di tv, giornali, ecc… non mi preoccupano affatto!
    Per questo è estremamente importante rimanere COERENTI, sempre!
    Si vincerà, si perderà… non è facile! Ma la fiducia della gente si conquista dimostrando, prima dei fatti, la coerenza e l’onestà!
    Mai farsi abbattere e mai perdere la pazienza nello spiegare, rispiegare, colloquiare con la gente e farle capire che deve partecipare non perché “non si sa”, ma perché si vuole risolvere i problemi insieme!
    Come dice Beppe Grillo: Il voto non dev’essere una delega! Bisogna partecipare!
    E il PD che pensi ai suoi problemi che sono sotto gli occhi di tutti, invece di negare l’evidenza!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.