Il MoVimento 5 Stelle contro le aperture selvagge: «Stop alle aperture domenicali e nei giorni festivi dei centri commerciali»

10

Il MoVimento 5 Stelle chiede lo stop alle aperture domenicali e nei giorni festivi dei centri commerciali. Coerentemente con lo spirito del MoVimento, i parlamentari eletti a Roma hanno già presentato una proposta di legge che ricorda come, nel 1995, continua a leggere….

10 Commenti

  1. Le aperture domenicali e festive costringono i lavoratori a sacrificare per il lavoro i momenti di compagnia in famiglia e con gli amici. Poichè con la flessibiltá e la crisi il lavoratore é diventato ricattabile, vivendo con lo spauracchio di perdere il posto ed essere rimpiazzato senza possibilitá di trovarne un altro, è giusto che la legge provveda a garantire il diritto di riposo. In alcuni paesi esteri del resto la domenica è sacra e tutti gli esercizi commerciali chiudono i battenti. È vero che anch’io ho usufruito qualche volta delle aperture domenicali per necessitá improvvise, ma credo che si possa fare benissimo a meno.

  2. SECONDO ME SARA’ IMPSSIBLE FARLO PERCHE’ ORMAI, SE VOI SOLO TENTERETE DI RIPROPORRE UN REFERENDUM. SI RISCHIA CHE FINISCA COME L’ULTIMO IN CUI AVREBBERO VINTO I NO, ED INVECE E’ SUCCESSO CHE HANNO FATTO VINCERE I SI, SE FATE LA LEGGE CE RISCHIO CHE L’EUROPA LA BLOCCHI, PER INCOPATIBILITA’ CON LA DIRETTIVA EUROPEA SULLA CONCORRENZA, ANCHE SE FATTA IN PRESENTARE IN PARLAMENTO,POI VORREI CHE SAPPIATE ANCHE CHE ALCUNI CENTRI COMMERCIALI, ALL’INTERNO HANNO ANCHE CINEMA, RISTORAZIONE E SALE GIOCHI, COME POSSONO QUESTI ULTIMI STARE APERTI, SE SONO COMPRESI NELLE SUDDETTE STRUTTURE?, INVECE DI FAR CHIUDERE TUTTI I CENTRI COMMERCIALI, TUTTE LE DOMENICHE, NON SI POTREBBE, PREVEDERE LE CHIUSURE A ROTAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI, UNO A SETTIMANA, PER OGNI CITTA’?

  3. Complimenti a Francesca Del Vecchio.Bella la semplicità’ della considerazione.Inoltre molte persone dovrebbero reinventarsi nuovi modi di trascorrere il tempo libero e potrebbero uscire delle cose molto interessanti… CIAO. FRANCESCO BUONGIORNO Sacile (PN)

  4. Partiamo dal concetto che i soldi a disposizione per molte famiglie, sono limitati e non si moltiplicano magicamente in base al numero di giorni di apertura dei negozi.
    La possibilità di tenere aperto la domenica o un’altro giorno festivo, costituisce un vantaggio commerciale per chi aderisce all’iniziativa e chiaramente uno svantaggio per chi si astiene: ergo, basta che uno decida di tenere aperto che si scatena un effetto domino, necessario per contrastare la concorrenza.
    Relativamente al concetto di offrire un servizio al cittadino, questo in realtà si tramuta in maggiori costi di gestione dell’esercizio che inevitabilmente si riflettono sul costo del prodotto, che paga sempre il cliente finale.
    In ultima analisi, Negozio aperto = famiglia chiusa !
    Il poco tempo libero che abbiamo a disposizione, deve essere speso con la famiglia, la moglie, la compagna, gli amici, per coltivare le passioni personali, gli hobby, per leggere, studiare, qualsiasi altra cosa che ci astragga dal solito PRODUCI – CONSUMA – CREPA !!
    Fabrizio

  5. Il giorno di riposo di un giorno alla settimana è comunque garantito contrattualmente pure con il lavoro nel giorno di domenica ( si pensi alle numerose attività che prevedono il servizio 24 H su 24, sanità, trasporti..ecc)

  6. Quando ho letto questo comunicato, sono rimasta un po’ perplessa: l’iniziativa è stata votata dalla base? perchè non mi sembra di aver sentito notizia di nessun dibattito al riguardo nei vari meetup organizzati in FVG. Cmq, a parte questo, è vero che la domenica deve essere dedicata alla famiglia e allo svago, ma se entrambi i genitori lavorano è utile alla sopravvivenza di tutta la famiglia, avere la possibilità di andare a fare la spesa nel we. Vi faccio poi due esempi utili di concorrenza leale di successo da parte di due negozi di medie dimensioni dell’altipiano carsico: una rivendita sociale affiliata CONAD, il cui scopo è quello di garantire i prezzi più bassi al consumatore, i posti di lavoro degli addetti (stimo una ventina in tutto) e di portare gli associati in gita due volte all’anno (questo modello etico di commercio non conosce crisi: il negozio è sempre stracolmo a tutte le ore, vengono persino dalla Croazia per comperare lì) e un’altro negozio di articoli per la casa ed il giardino (ma non solo), con tre addetti a servizio mediamente, dove si trova di tutto a prezzi concorrenziali rispetto agli ipermercati di Monfalcone e Muggia. Ora, credo che il nodo dietro la crisi dei piccoli negozianti non sia completamente ascrivibile alle liberalizzazioni sulle aperture domenicali ed invito i promotori dell’iniziativa targata M5S a trovare delle soluzioni innovative, appetibili per chi vende e per chi compra, improntate a creare un vero servizio al cittadino, che rilancino i centri cittadini come vera alternativa allo shopping ‘fuori porta’ e magari non solo (nel dire questo penso al forte impulso alla socializzazione ed al confronto pacifico e costruttivo che il M5S ha dato grazie alla sua natura/struttura, per cui una riprogettazione dei centri cittadini in quest’ottica potrebbe fare da volano alla vita sociale, con potenziali risvolti sul contenimento del disagio sociale, e sulla crescita/evoluzione della nostra società attraverso il superamento delle nostre paure – più stiamo chiusi nelle nostre case a guardare la TV e peggio è!). Scusate le molte parole, se non sono stata chiara mi dispiace e ditemelo pure.

  7. Propongo di inserire nello stop domenicale e nei giorni festivi dei centri commerciali, i giorni del venerdì e del sabato per giustizia nei confronti delle persone di religione, rispettivamente, musulmana ed ebraica, che santificano tali giorni e tengono pure famiglia.

  8. Condivido! aggiungo adeguamento degli stipendi al caro vita e lavoro giornaliero di 7 ore affinché si creino nuovi posti di lavoro. Imprenditori se tali vi si può definire… che manco capite che se i vostri dipendenti o quelli degli altri non hanno soldi da spendere l’economia si ferma! calano i consumi… e diventate più poveri anche voi!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.