AZZARDOPATIA: NULLA OSTA PER NUOVE SLOT-MACHINE GRAZIE AL PD

0
legge sul contrasto all'azzardo

Ennesimo schiaffo da parte del Pd nazionale al Friuli Venzia Giulia e alla lotta contro la diffusione – dilagante – dell’azzardopatia. Nell’ambito della discussione sulla legge di stabilità è stato approvato, infatti, in Commissione Finanze un emendamento dei deputati Pd Sanga e Fragomeli che proroga fino al 31 dicembre 2018 la possibilità di rilasciare nulla osta per nuove slot-machine. In precedenza la data fissata era quella del 31 dicembre 2017.

Chi governa l’Italia, su questo tema così delicato, sta prendendo in giro i cittadini. Promettono in pompa magna di ridurre il numero delle slot ma poi, pur di favorire le lobby del settore, non toccano le slot più tecnologiche e pericolosissime Vlt-Videolottery e mettono ancora a repentaglio l’efficacia delle leggi regionali virtuose come quella del Friuli Venezia Giulia, una legge fortemente richiesta dal MoVimento 5 Stelle e che con le ultime modifiche ha accolto la quasi totalità delle proposte pentastellate.

Ogni anno in Italia i danni socio-sanitari causati dall’azzardopatia sono pari a 6 miliardi di euro, mentre sono quasi 4 i miliardi di mancata Iva sui consumi di chi butta i propri risparmi tentando la sorte anziché acquistare beni di prima necessità. Con le tragedie personali e familiari conseguenti a questi numeri, si misurano soprattutto le Regioni e gli enti locali che sono chiamate a sopportare il peso maggiore delle ricadute sociosanitarie negative del gioco e che sono da tempo impegnati in azioni volte a contrastare il fenomeno.

Queste pessime decisioni prese a Roma non fanno altro che danneggiare le azioni di contrasto all’azzardopatia messe in campo anche nel Friuli Venezia Giulia. Un fenomeno sempre più conosciuto anche grazie all’inchiesta sui dati su tutte le tipologie di azzardo promossa da questa estate da MoVimento 5 Stelle e associazione No Slot. Ricordiamo che nel Friuli Venezia Giulia, secondo i dati dei Monopoli, nel 2016 sono stati bruciati oltre 1,6 miliardi di euro. Miliardi di euro che finiscono in un settore ben poco produttivo anziché nell’economia reale danneggiando commercio e l’indotto di piccole imprese virtuose. In Friuli Venezia Giulia, numeri alla mano, si ha una spesa pro capite a famiglia pari a 3.008 euro a famiglia l’anno, 250 euro mensili. Più del 10% della spesa mensile pro capite delle famiglie del Friuli Venezia Giulia che per l’Istat nel 2016 era pari a 2.479 euro!

I dati sul gioco d’azzardo nel Friuli Venezia Giulia sono drammatici: dai dati avuti dai Monopoli, riguardanti il 2016, in provincia di Udine si è azzardato per 701.906.364 euro, in provincia di Trieste per 332,2 milioni di euro, in provincia di Gorizia per 218.764.869 euro e in provincia di Pordenone per 434,4 milioni di euro.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.