martedì, 23 gennaio 2018
Home Autori Articoli di Ilaria Dal Zovo

Ilaria Dal Zovo

117 ARTICOLI 1 Commenti

Dal Zovo Ilaria, 34 anni

Diplomata, capocantiere, sposata, mamma di un bimbo di 6 anni, residente a Doberdò del Lago (GO). Con noi vivono i nostri due cani Baghera e Balù e il gatto Juve. Collaboro con un canile per l’affidamento dei nostri amici a 4 zampe.

Attivista dell’oggi Movimento 5 Stelle dal 2012.

Per anni ho seguito Grillo sul suo blog, poi ho avuto l’occasione di iniziare a frequentare i Meetup. Sono entrata a far parte del Movimento per non rimanere più nell’ombra ad aspettare il susseguirsi degli eventi ma per cercare insieme agli altri di modificare lo stato attuale delle cose, con la nostra tenacia, forza ed unione.

Sono attenta alle politiche della famiglia. Come mamma e percependo uno stipendio basso, conosco molto bene le difficoltà in cui ci si trova ogni mese.

Sono particolarmente sensibile al tema dell’Ambiente (riciclaggio, energie alternative etc..).
Ennesimo schiaffo da parte del Pd nazionale al Friuli Venzia Giulia e alla lotta contro la diffusione - dilagante - dell’azzardopatia. Nell’ambito della discussione sulla legge di stabilità è stato approvato, infatti, in Commissione Finanze un emendamento dei deputati Pd Sanga e Fragomeli che proroga fino al 31 dicembre 2018 la possibilità di rilasciare nulla osta per nuove slot-machine....
Il governo Gentiloni ha emanato un decreto che adotta la Strategia energetica nazionale 2017, il piano decennale per la gestione del cambiamento del sistema energetico. Questo documento, come anticipato pochi giorni fa dall’assessore regionale Sara Vito, prevede la fine dell'utilizzo del carbone per una serie di centrali elettriche alimentate a carbone in Italia, compresa quella della A2A-Energiefuture di Monfalcone....
Confermata la volontà di scalata da parte di Ferrovie Nord Milano nell’Atap di Pordenone. A dirlo non è il MoVimento 5 Stelle ma lo stesso Andrea Gibelli, presidente del colosso milanese, a sua volta controllato da Regione Lombardia e partecipato anche da Ferrovie dello Stato. Ora la Regione deve esercitare il suo ruolo attivo. A fine ottobre avevamo sollevato il...
Di fronte alla latitanza delle istituzioni, a marzo abbiamo depositato una interrogazione in Consiglio regionale dedicata agli odori nauseabondi provocati dall’impianto della Siot-Tal di San Dorligo della Valle e alle condizioni in cui sono costretti a vivere i cittadini che abitano vicino ai serbatoi dell’oleodotto. Una situazione quasi sicuramente destinata a peggiorare. Pochissimi giorni fa la Commissione europea ha confermato...

Instagram