Ambiente nota dolente della manovra regionale

0

“Nonostante il recepimento di alcuni interventi per i quali ci battiamo da anni, la manovra regionale presenta note dolenti, soprattutto in tema ambientale”. Lo ha affermato il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, Cristian Sergo, nella sua relazione ai documenti di bilancio la cui discussione è iniziata in aula. “Il primo dato che risalta è lo stanziamento dell’1,8% dell’ammontare complessivo, una goccia nel mare rispetto alle reali necessità”.

“Nell’anno del Friday for future e dell’emergenza climatica che interessa anche il Friuli Venezia Giulia, l’impegno in questo settore richiede molto di più di qualche azione che, senza adeguate risorse, rischia di essere di mera facciata – sottolinea Sergo -. Ci sarebbe piaciuto che alcuni degli interventi previsti per incentivare le pratiche ‘plastic free’, ad esempio, nei locali pubblici e nelle attività commerciali riguardassero la Regione in primis. E invece, nonostante l’approvazione di un’apposita mozione, poco o nulla è cambiato all’interno del Consiglio Regionale dove l’acqua durante le commissioni e le sedute d’aula viene fornita in bottiglie di plastica e non c’è traccia della raccolta differenziata: e potremmo andare avanti con un lungo elenco di esempi negativi”.

“Purtroppo altre problematiche e i casi di bonifica su cui più volte abbiamo chiesto l’attenzione della Giunta e del Consiglio rimangono ancora lì in cerca di una soluzione – continua Sergo -. Non sono neppure bastati oltre 300 milioni di euro di debiti per prevedere forme di intervento per risolvere annosi problemi come gli idrocarburi depositati nelle nostre grotte del carso, la rimozione dell’amianto dal Fiume Cellina, la salmonella che continua a fare capolino nella nostra Laguna. Continuiamo a incentivare le fonti fossili mente i distributori di carburante chiudono. Il trasporto ferroviario è in difficoltà: sono 6 anni che il MoVimento 5 Stelle ha chiesto di intervenire sui colli di bottiglia prima di pensare a opere faraoniche. Il potenziamento della linea Venezia – Trieste continua a rimanere sulla carta e nella bocca di chi preferisce facili annunci, gli studi di fattibilità non si vedono ancora”.

“Il tema più eclatante riguarda la riforma della Valutazione di Impatto Ambientale proposta dall’Assessore Scoccimarro, il quale disinteressandosi del fatto che questa sia una regione autonoma ha deciso di proporre al Consiglio una norma degna del ‘Così Fan Tutte’, uniformandosi a quanto già prevedono le altre Regioni in Italia – aggiunge il consigliere M5S -. Continueremo fino alla fine a chiedere di stralciare questi commi e di iniziare un processo condiviso di revisione della legge per una riforma organica”.

“Guardiamo con favore a interventi che chiediamo da tempo: l’incentivazione del Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche è un impegno preso con l’accoglimento di un ordine del giorno da noi presentato nell’assestamento autunnale. L’implementazione del Fondo di ristoro per i soci e gli azionisti delle Cooperative regionali fallite nel 2014 di un ulteriore milione di euro è stato chiesto dal MoVimento 5 Stelle cinque anni fa. Gli incentivi per l’installazione di erogatori di acqua nei luoghi pubblici seguono una nostra proposta della passata legislatura – conclude Sergo -. Un segnale importante riguarda lo stanziamento per l’edilizia scolastica di 20 milioni per il prossimo triennio che accoglie quanto da noi richiesto nel corso del dibattito in Commissione. Positiva è l’estensione dello sconto abbonati agli studenti che utilizzano le tratte urbane del trasporto pubblico locale come previsto da un ordine del giorno del M5S accolto nel recente mini-assestamento; infine, le misure per abbattere i costi del trasporto di biciclette rispondono, in parte, ad un nostro ordine del giorno”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.